No, Steve Bannon non è l’uomo nero. Ma vincerà facile, contro l’Europa degli happy hour

Print Friendly, PDF & Email

«Finisci la minestra, sennò chiamo Steve Bannon!». Non ci siamo ancora ma da qui a maggio 2019, mese delle rose, del culto mariano e delle cruciali elezioni europee, c’è il tempo sufficiente a trasformare lo spin doctordella campagna elettorale di Donald Trump, rapidamente epurato una volta raggiunta la Casa Bianca, nel re di tutti i babau, nell’uomo nero più nero che c’è.

Leggi tutto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.