Fotovoltaico Angelo Del Monaco

Print Friendly, PDF & Email

Ci sono vari sistemi per ricavare l’energia elettrica dai raggi solari. Tutti i sistemi hanno difficoltà per installarli nei fabbricati. Adesso però c’è Fotovoltaico Angelo Del Monaco che consente di creare energia elettrica in abbondanza anche nei grandi fabbricati. Realizzare questo impianto è facilissimo ed avrà sicuramente una grande diffusione. E’ sufficiente, infatti, togliere il tetto del fabbricato interessato Fig. 1 realizzare un buon isolamento termico sul terrazzo e ripristinare la copertura con pannelli fotovoltaici mobili. La struttura mobile dei pannelli va appoggiata su una trave d’acciaio orizzontale sospesa da due colonne verticali, una per ogni lato. L’impianto si manovra con un congegno meccanico e idraulico e comandati da due inseguitori solari, uno per ogni lato. I pannelli quando sono inclinati sono passivi Fig. 2. Quando sono orizzontali sono attivi e intercettano i raggi del sole Fig. 3. Se il tetto è con due discendenti uno diverso dall’altro, si può utilizzare anche un altro sistema per posizionare i pannelli, si possono installare pannelli mobili sopra al tetto del fabbricato Fig. 4. E’ sufficiente creare dei punti d’appoggio per posizionarci sopra i fotovoltaici, che possono avere la posizione orizzontale attivo, inclinata passivo, Fig. 5. Oppure quando il tetto non ha una linea normale si possono collocare sopra al tetto i fotovoltaici orizzontali ma fissi Fig. 6, ed è anche il più economico. I pannelli quando sono orizzontali perdono, rispetto ai tradizionali impianti inclinati, solo il 10%.

I progetti e le realizzazioni degli impianti del Fotovoltaico Angelo Del Monaco vanno affidati alle Società Elettriche che già hanno un contratto condominiali nel fabbricato. Quando i pannelli sono in posizione di riposo vanno bloccati col un meccanismo idraulico per evitare che in caso di forte raffiche di vento vengano sollevati e potrebbero danneggiare la struttura. Gli impianti dovranno avere strumenti che regolano i movimenti dei pannelli in base alle variazioni climatiche. I fabbricati con ascensori che hanno la cabina nel sottotetto è necessario sostituirli con quelli moderni che ne sono privi. Si dovrà realizzare anche una botola su un pannello per consentire l’ispezionare alla struttura e inserire sul tetto una corda d’acciaio tra le due colonne verticali per agganciare l’imbragatura dell’operatore che esegue i controlli. Nella posizione inclinata dei pannelli la grondaia va raccordata alla gronda per raccogliere l’acqua della pioggia. Siccome lo Stato è proprietario di moltissimi edifici, molti anche di grande dimensione, potrebbe fare d’apripista e realizzare questo progetto, i cittadini poi sicuramente seguiranno.

Di fronte all’abitazione dello scrivente c’è una caserma per militari non utilizzata con una superfice coperta di circa 5.000 metri quadrati. E dal momento che un metro quadrato di un pannello fotovoltaico produce 0,12 KW al giorno, più il 30% con gli inseguitori solari la citata caserma potrebbe produrre 5.000 x 0,12 = 600 KW, più 180 KW per gli inseguitori cererebbe ogni giorno 780 KW.

Ecco cosa può fare: Fotovoltaico Angelo Del Monaco