RIVOLUZIONE COMMERCIALE

Print Friendly

Consumatori e negozi

Seppure si sia consumatori, tutti sappiamo benissimo quanto siano alti i canoni di locazione dei locali adibiti a uso commerciale. Chi è proprietario di un negozio in centro si ritrova a pagare cifre mensili di qualche migliaio di euro, situazione comune a Roma, ma anche in molte altre città e per far fronte a tali elevatissimi costi fissi i commercianti sono costretti ad applicare un forte ricarico sui prodotti in vendita. Ciò ha portato molti consumatori a considerare lo shopping in centro un lusso per pochi e, con l’avvento della crisi economica, si è assistito alla chiusura di moltissimi negozi.
Proprio a causa della crisi i consumatori sono attirati dai punti vendita che propongono prezzi bassi e gli unici rimasti in città sono quelli degli extracomunitari che fanno affidamento su un altissimo volume di vendite a discapito però della qualità delle merci, scadente se non addirittura fuori legge per il mancato rispetto delle norme previste per la produzione.

La rivoluzione commerciale di Strada14.it

La situazione dei punti vendita al dettaglio e la loro collocazione sono un vero problema, non solo per i commercianti ma anche per i cittadini che spesso si ritrovano a vivere in quartieri dove mancano completamente i negozi. Ciò che appare chiaro è che qualcosa non funziona, ma Strada14.it ha una sua soluzione che prevede una vera e propria rivoluzione commerciale e che sicuramente apporterà benefici sia agli operatori del settore, sia ai consumatori.
Innanzitutto è necessario convincere i costruttori di immobili che la collocazione di negozi al piano terreno dei loro edifici si può dimostrare remunerativa, cosa che oggi non avviene perché i dettaglianti non sono quasi mai in grado di pagare gli elevati canoni di locazione, con il risultato che sempre più vengono realizzati complessi di immobili o addirittura nuovi quartieri senza prevedere spazi commerciali. Se i costruttori avessero la garanzia di poter vendere le superfici da adibire a negozi le cose cambierebbero. Ed è proprio su questo punto che Strada14.it vuole agire imponendo che si possa esercitare il commercio al dettaglio solo all’interno di locali di proprietà. Un commerciante proprietario tenterebbe di salvaguardare il suo patrimonio e quindi adotterebbe tutte le strategie possibili per non essere costretto a chiudere il negozio.
Contestualmente occorrerebbe anche rivedere le regole dei piani regolatori per quel che concerne le altezze massime degli immobili abitativi/commerciali “annullando” dal computo le altezze degli spazi commerciali.

18/08/2016

0.00