ASSICURAZIONE RCA GIORNALIERA

Print Friendly, PDF & Email

Che cos’è e come funziona: i costi fissi a cui vanno incontro i proprietari di una vettura sono davvero molti. Se è vero che le spese per carburante, manutenzione e riparazione dipendono dall’uso che si fa dell’automobile, ciò che fa specie è il fatto che anche chi utilizza l’auto solo sporadicamente si ritrova a pagare cifre considerevoli. Pensiamo infatti alla tassa di possesso (il cosiddetto bollo), alla revisione biennale, ma soprattutto ai premi di assicurazione RCA, che sono i più alti d’Europa. Sono tutti costi il cui pagamento è obbligatorio e che, in caso di trasgressioni, comportano pesanti sanzioni, ma per chi si mette alla guida solo raramente, si tratta di veri e propri balzelli ingiustificati. Pensando proprio a chi lascia spesso la macchina in garage, Strada14.it intente istituire l’assicurazione RCA giornaliera.

Il movimento Strada14.it, oggi in fase di costituzione, si pone tra gli obiettivi anche una proposta di legge che preveda che, per tutti i veicoli a motore, l’assicurazione RCA e il bollo vadano pagati ogni 365 giorni, mentre la revisione vada eseguita ogni 730 giorni, non conteggiando però i giorni che i mezzi sostano nelle aree private. Quando un veicolo viene utilizzato dalle ore 0,00 alle ore 12,00 o dalle ore 12,01 alle ore 24,00 si considera mezza giornata. In questo modo i costi fissi sarebbero rapportati esclusivamente all’uso del mezzo e non legati al possesso.

Come mettere in pratica tale provvedimento? Semplicemente abbinando l’uso del veicolo a quello di un apposito telefonino collegato a un centro di raccolta dati. La messa in moto del mezzo inserirà il telefonino e lo trasmetterà al centro. Il centro attiverà il display del telefonino e su di esso appariranno la data e le relative scadenze. Una volta parcheggiato il mezzo in un’area privata, basterebbe spegnere il telefonino

Chi desidera sostenere l’assicurazione RCA giornaliera è invitato a creare un distretto nella propria zona CAP, ricoprendo la carica di presidente onorario e informando la direzione nazionale; eleggendo poi un presidente, un tesoriere e un segretario politico nel momento in cui si raggiunga il numero di 15 registrati. Una volta fissato il nome del distretto, che deve prendere il nome dal CAP, dalla località, dalla via e dal numero civico del luogo, all’aperto, dove si tengono gli incontri degli aderenti, il presidente è tenuto a indicare il giorno della settimana e l’ora in cui il luogo sia presenziato.

Invitiamo i navigatori di inviare questa proposta agli amici e conoscenti interessati.

 

Calcola il tuo risparmio annuo: 750 : 365 x 12 x 9 = Euro 221,91

Nota: 750 (costo annuo Assicurazione+ Bollo + Revisione): 365 (giorni dell’anno) x 12 (mesi dell’anno) x 9  (media mensile dei giorni che il veicolo sosta in un’area privata) = 221,91 (risparmio annuo).

24/04/2015

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *